Monte di Pietà

Ascolta l’audioguida – Italiano / English

Fondato nel 1594 col sostegno del Cardinale Domenico Toschi, nella speranza di dare ai paesani un’alternativa all’ebreo che a quel tempo prestava denari a usura. Il Monte retribuiva inoltre medico e chirurgo del comune per le prestazioni agli indigenti. L’odierna scalinata fu costruita nella prima metà del XX secolo. All’interno dell’edificio che fu sede del Monte una suggestiva scala mette in comunicazione col livello degli antichi camminamenti di ronda della “Torre Rosa” della Rocchetta. Intorno al 1821 venne aggiunto il Monte dei Grani, che prestava grano ai contadini per consumo e sementi. Nel 1953 il Monte di Castellarano confluì nel Monte dei Pegni di Reggio Emilia. Una piccola comunità Ebraica è documentata a Castellarano nel XV-XVI secolo. Nelle “Constitutioni”, promulgate nel 1618 dal Marchese Carlo Filiberto d’ Este San Martino, feudatario di Castellarano, si incontrano norme apposite dedicate ai sudditi Ebrei