I.U.C. ANNO 2016 – IMU – TASI – TARI

IMU anno 2016 e TASI anno 2016 – Regolamento – Delibere – Istruzioni – Modulistica

TARI anno 2016 – Regolamento – Delibera – Istruzioni – Modulistica

IMPOSTA UNICA COMUNALE – I.U.C. 2016
La Legge di stabilità 2014 (Legge n. 147 del 27 dicembre 2013) al comma 639 ha istituito a decorrere dal primo gennaio 2014 la IUC, ovvero l’IMPOSTA UNICA COMUNALE.
La IUC si compone dell’imposta municipale propria IMU, di natura patrimoniale dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali non di lusso, e di una componente riferita ai servizi che si articola nei tributi per i servizi indivisibili TASI, a carico sia del proprietario che dell’utilizzatore dell’immobile, e nella tassa sui rifiuti TARI destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell’utilizzatore.
IMU 2016 – IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA:
Imposta di natura patrimoniale che si applica a tutti gli immobili, terreni, aree fabbricabili (esclusa l’abitazione principale  ed equiparate e relative pertinenze).
Non pagano l’IMU i possessori della prima casa adibita ad abitazione principale e relative pertinenze ad esclusione delle abitazioni di lusso ( Categoria A/1 – A/8 – A/9).
Continuano a pagare l’IMU gli altri fabbricati, i terreni agricoli e le aree edificabili.
Per l’anno 2016 le scadenze sono:
il 16 giugno 2016 per la rata in “Acconto”
il 16 dicembre 2016 per la rata a “Saldo”
L’ imposta è in autoliquidazione e deve essere determinata sulla base delle aliquote deliberate dal Comune in data 21.03.2016 e pubblicate sul Portale del Federalismo Fiscale.
TASI  2016 – TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI:
Tributo a base patrimoniale che per legge è destinato alla copertura delle spese per i servizi indivisibili dei Comuni.
Il commi 14-15-16 della legge di stabilità 2016 L. n. 208/2015, riscrivendo il comma 669 della L. n.147/2013 ridefinisce il presupposto impositivo della TASI, prevedendone l’esclusione dell’abitazione principale ed immobili equiparati e le relative pertinenze nella misura di una unità per ogni immobile di categoria C/2 – C/6 – C/7. 
Il versamento dell’imposta è effettuato in 2 rate entro il termine del 16 giugno 2016 per l’acconto ed entro il 16 dicembre 2016 per la rata a saldo, secondo le disposizioni deliberate dal Comune in data 21.03.2016 e pubblicate sul Portale del Federalismo Fiscale.
L’imposta è in autoliquidazione ed il vesamento si effettua a mezzo modello F24.
TARI 2016 – TASSA SUI RIFIUTI:
Tributo dovuto per il finanziamento dei costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti;
Il presupposto per l’applicazione del tributo è il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo ed anche di fatto, di locali o di aree scoperte a qualunque uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani e assimilati.
Anche per l’anno 2016 non è più dovuta la maggiorazione statale  di 30 centesimi al metro quadro (maggiorazione di competenza dello Stato);
E’ previsto il pagamento della prima rata TARI entro il 30 giugno 2016. L’importo che i cittadini saranno tenuti a versare sarà pari al 50% dell’importo complessivamente dovuto a titolo di TARI 2015 e tributo provinciale. La scadenza della seconda rata TARI è il 30 novembre 2016.
L’invio a domicilio degli avvisi doi pagamento e del mod. F24 per il versamento sarà curato da Iren Ambiente Spa, Ente affidatario del servizio.

 

"I.U.C. ANNO 2016 – IMU – TASI – TARI" non ha sotto-sezioni.

Allegati