La Stretta di Pescale

      

La Stretta di Pescale è situata sul Fiume Secchia nella zona pedecollinare dell’Appennino Settentrionale tra le Province di Modena e Reggio Emilia, qualche chilometro a sud dell’abitato di Castellarano (Provincia di Reggio Emilia). L’alveo del Fiume Secchia si restringe improvvisamente all’altezza del Pescale a causa di uno sbarramento naturale costituito da quella roccia calcarea molto resistente. La presenza di una faglia ha favorito l’incisione della roccia da parte del fiume, formando un profondo canyon denominato «Stretta del Pescale». Le bianche rocce che formano le sponde della Stretta del Pescale, ricche di carbonato di calcio, si sono formate circa 20 milioni di anni fa, in un ambiente molto simile a quello delle attuali barriere coralline che ospitano coralli, spugne e altri organismi viventi il cui scheletro è formato, appunto, da carbonato di calcio.

Sulla sommità del Pescale si trova un «terrazzo fluviale», costituito da ciottoli depositati dal Fiume Secchia. Questo terrazzo si è formato centinaia di migliaia di anni fa quando il Fiume Secchia aveva una capacità di trasporto-erosione dei sedimenti molto diversa da quella attuale.